Tanti auguri

Ne approfitto di questo momento di calma, prima dell’inizio del turno, per farvi i miei auguri: questa sera sarò di turno di 118, con stazionamento in una chiesa per la Santa Messa di Natale a mezzanotte. Spero di riuscire a fare la cena prima, e anche la messa, senza che il telefono del centralino squilli.

I miei migliori auguri a tutti voi, che siate medici, infermieri, volontari o anche semplici curiosi che leggete queste pagine: buon Natale a tutti voi e alle vostre famiglie!

Annunci

Scuse

Il post che avevo pubblicato poche ore fa ha suscitato qualche polemica che non era mia intenzione sollevare.

Prossimamente limiterò i miei post al semplice diario degli interventi.

Mi scuso se qualcuno è rimasto offeso dalle mie osservazioni, che rimangono tuttavia personali e legate alla mia esperienza.

Presentazione

Sono una volontaria da 2 anni e mezzo circa e svolgo principalmente servizi di 118.

Cosa significa il titolo? Una breve panoramica per chi non è dell’ambiente: nella nostra regione (e penso quasi ovunque in Italia) un equipaggio di 118 è composto da tre elementi: il capo-equipaggio (un soccorritore che gestisce la squadra e mantiene i contatti con la centrale operativa), un autista e un barelliere. Come in tutti gli ambienti esiste uno “slang”, un linguaggio tutto nostro: ad esempio l’ambulanza del 118 è semplicemente “l’H”, abbreviazione di “H24” ovvero mezzo a disposizione del 118 24h/24. Allo stesso modo il capo-equipaggio diventa “CE”, l’autista rimane autista, e il barelliere è semplicemente “terzo di H”.

Questo è il mio ruolo principale. Siccome sono ormai passati due anni dalla certificazione, andranno ad aumentare le occasioni in cui racconterò di servizi svolti come CE… ma solitamente rimango fedele al mio ruolo iniziale.

Era da tempo che pensavo come raccontare i pensieri e le sensazioni che provo uscendo in servizio in ambulanza… Ecco come è nato questo blog. Non aspettatevi un blog in cui faccio nomi e cognomi, gossip sui servizi, ecc… Come già anticipato “Terzo di H” nasce con lo scopo di parlare con altri soccorritori (o con lettori profani della materia) dei servizi che ho svolto, di confrontarsi, di riderne, di sfogarsi, di rivederli ed analizzarli se necessario…

Al prossimo servizio (a proposito, oggi sarò terzo di H).